Storia e fondazione

Nel 1952 Ernst Schnydrig, sacerdote vallesano, si reca a Betlemme, su incarico della Caritas Svizzera, per farsi un’idea della situazione in loco. Lì si rende conto della desolata realtà dei palestinesi. Migliaia e migliaia di loro, infatti, dopo la proclamazione dello Stato d’Israele nel 1948 e della successiva guerra di indipendenza (per la storiografia israeliana), chiamata «Nakba» (in arabo «catastrofe», per la storiografia palestinese) vivono da profughi e sfollati sotto le tende e in uno stato di grave indigenza. 

A Betlemme padre Schnydrig incontra anche Hedwig Vetter, a servizio della Caritas Svizzera, in città già da tre anni per occuparsi dei bambini bisognosi. Insieme al medico palestinese Antoine Dabdoub affittano alcune stanze nella città vecchia e vi aprono un centro medico pediatrico di emergenza.  

Rientrato in Europa, padre Schnydrig entra a servizio della «Deutscher Caritasverband», in Germania. Si prodiga sia in quel Paese che in Svizzera al fine di trovare sostegno finanziario al progetto. Nel 1963 nasce l’«Associazione Caritas-Aiuto Bambini Betlemme», che più tardi sarà ribattezzata «Aiuto Bambini Betlemme». Il 26 aprile 1978 viene infine inaugurata la struttura ospedaliera che è oggi il Caritas Baby Hospital. 

Negli anni, il Caritas Baby Hospital si è molto evoluto sia in campo medico che infermieristico ; ancora oggi è l’unico ospedale della Cisgiordania a curare solo piccoli pazienti ed è un punto di riferimento imprescindibile per la medicina pediatrica di quella Regione.  
 

Geschichte - Kinderhilfe Bethlehem
Condividi