Verso la normalità

Verso la normalità


Buone notizie da Betlemme: il Caritas Baby Hospital ha revocato le misure di protezione contro il coronavirus e sta tornando alla normalità.

Le famiglie possono andare di nuovo a trovare i piccoli pazienti e anche le visite di esterni sono ammesse.

"Siamo soddisfatti di poter allentare le misure anticovid. Su tutto il perimetro dell’Ospedale vige però ancora l’obbligo di portare la mascherina", precisa Issa Bandak, direttore del Caritas Baby Hospital. La decisione è stata presa dopo che, nelle ultime settimane, si era registrato un netto calo dei contagi in Cisgiordania.

Per oltre un anno, causa la pandemia si è dovuti ricorrere a drastiche misure per contrastare il coronavirus, a protezione di pazienti e personale. Grazie alle severe restrizioni applicate non si sono registrati contagi nella struttura. Nel frattempo, è iniziata la campagna vaccinale nel Territorio palestinese occupato. Oltre il 90% dell’organico ospedaliero è ora immunizzato.

Oltre all’obbligo delle mascherine, continua a essere tassativo il rispetto delle severe misure igieniche. Restano inoltre in vigore le direttive previste dall’iniziativa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per un "Patient Friendly and Safe Hospital». Qualora un bambino o un suo familiare dovessero mostrare i sintomi del
Covid-19, verrebbero immediatamente isolati in attesa di un risultato negativo del test. Il Caritas Baby Hospital dispone al riguardo di appositi spazi.

In questo momento l’Ospedale pediatrico di Betlemme è di nuovo in grado di accogliere gruppi di turisti e di pellegrini, i quali, fino a nuova disposizione, dovranno essere comunque muniti di un certificato di vaccinazione Covid-19.

 

Condividi