Tre ore di viaggio

Tre ore di viaggio


Ogni tre mesi Sarah, accompagnata dalla mamma Sondos, viene al Caritas Baby Hospital per una visita.


Il viaggio da Talfeet, vicino a Nablus nel nord della Palestina, dura quasi tre ore. «La cosa non mi pesa, anzi, perché ho fiducia nei medici e negli operatori sanitari. So che mia figlia qui è ben seguita», spiega questa mamma ventiduenne.

Sarah ha bisogno di assistenza medica perché soffre di fibrosi cistica, una malattia genetica. Due volte all’anno viene ricoverata. I suoi polmoni producono un muco denso che le impedisce quasi di respirare. Sondos le è sempre accanto e di notte è ospitata nell’appartamento delle madri dell’Ospedale. Per due settimane mamma e figlia sono separate dal padre e dal fratellino. “È dura ma ci siamo organizzate con la famiglia”, dice la donna, a cui non manca il coraggio.

Sarah, bambina gioiosa, sembra non soffrire più di tanto di dover restare in Ospedale, dove gode la mamma è solo per lei.

Sarah und Sondos
Condividi