Poche speranze, e invece

Poche speranze, e invece


La piccola Asenat è stata ricoverata al Caritas Baby Hospital per insufficienza epatica acuta. Solo grazie ad un’anamnesi precisa, a una diagnosi chiara e a ottime cure la piccola è sopravvissuta.

Inizialmente, Asenat – 10 mesi - sembrava avere un semplice raffreddamento. Ma da lì a poco le sue condizioni sarebbero drammaticamente peggiorate. I genitori, disperati, decidevano allora di portarla al Caritas Baby Hospital (CBH), dove veniva immediatamente trasferita in Terapia intensiva. Diagnosi: insufficienza epatica acuta. Vista la prognosi infausta, le assistenti sociali dell’Ospedale cominciarono a preparare la famiglia al peggio. In una corsa contro il tempo, i medici riuscivano però a intuire lo stretto legame tra la grave insufficienza epatica e il virus influenzale A. Tramite un corretto piano terapeutico e un trattamento adeguato riuscivano così a venire a capo della gravissima situazione. Chi oggi vede Asenat giocare felice nella sua casa, non può nemmeno immaginare che solo qualche mese fa la sua vita era in serio pericolo e nessuno avrebbe nemmeno osato sperare che ce l’avrebbe fatta.

Condividi