Al Caritas Baby Hospital curati 50'000 bambini

All‘Assemblea generale di Aiuto Bambini Betlemme, tenutasi oggi a Friburgo in Brisgovia/D, sono stati approvati la relazione annuale e il consuntivo, eletti nuovi consiglieri ed è stata confermata la presidente Sibylle Hardegger.

L’Associazione gestisce e finanzia il Caritas Baby Hospital di Betlemme. L’unico ospedale pediatrico in Palestina ha registrato il numero più alto di piccoli pazienti dalla sua fondazione.

In un Medio Oriente segnato da tensioni, il Caritas Baby Hospital, gestito e finanziato da Aiuto Bambini Betlemme, fornisce assistenza medica e dà sicurezza. Nel 2017 sono stati curati quasi 50ꞌ000 bambini di cui 44ꞌ584 nel poliambulatorio e 4ꞌ642 in regime di degenza.

All’Assemblea generale, tenutasi il 13 giugno a Friburgo in Brisgovia/D, sono stati approvati la relazione d’esercizio e i conti, questi ultimi con un leggero surplus di CHF 65ꞌ319. Inoltre sono stati approvati anche gli Statuti, che erano stati sottoposti a revisione.

A Sibylle Hardegger (CH), Presidente dell’Associazione, è stato confermato il mandato. L’Assemblea ha ribadito quanto sia importante la presenza del Caritas Baby Hospital in Palestina: «Ringrazio calorosamente le tante persone che ci sostengono, come pure gli associati di Aiuto Bambini Betlemme per il prezioso sostegno che non fanno mancare all’ospedale. Anche in futuro ci dedicheremo con passione a promuovere l’assistenza sanitaria delle famiglie della Palestina. Continueremo a prodigarci affinchè non venga meno la speranza in Medio Oriente.»

Nel Consiglio direttivo è entrata, in qualità di Vicepresidente, Judith Penkert-Tchitnga (D). Dopo le dimissioni di Marianne Hofstetter (CH) e di Suor Maritilde Zenere (IT), i due neoeletti consiglieri sono Fred Lauener (CH) e Brigitte Hauser-Süess (CH).

Nuovi consiglieri e consigliere

Judith Penkert-Tchitnga (1974)

Judith Penkert-Tchitnga, laureata in Scienze sociali, da settembre 2017 è responsabile della Divisione «Chiesa universale» presso l’ordinariato dell’Arcidiocesi di Friburgo in Brisgovia/D. In precedenza era stata per quasi 15 anni a capo della Divisione Esteri della «missio» di Monaco di Baviera dove aveva guidato, tra l’altro, vari progetti in Africa, Asia e Medio Orenti. Penker-Tschitnga ha vissuto per qualche tempo con la famiglia in Camerun.

 

Fred Lauener (1959)

Specialista di media e comunicazione, Fred Lauener è responsabile presso la Caritas Svizzera della cooperazione internazionale per l’Asia e l’Europa. In passato aveva svolto per molti anni l’attività di giornalista, oltre che quella di consulente indipendente in materia di aiuti umanitari e di promozione civile della pace.

 

Brigitte Hauser-Süess (1954)

Fino al fine maggio 2018 Hauser-Süess è stata consulente personale della consigliera federale Doris Leuthard. In precedenza era responsabile della comunicazione dell’Ufficio federale della migrazione (2005-2008), del Dipartimento federale di giustizia e polizia (2008-2010) e del Dipartimento federale delle finanze (2010-2016). Per dieci anni ha rivestito la carica di presidente delle Donne PPD Svizzere.