Colletta natalizia positiva malgrado pandemia

Colletta natalizia positiva malgrado pandemia


Grazie alla colletta natalizia dello scorso anno sono arrivati all’Associazione 1,5 milioni di franchi.

I frutti della straordinaria generosità e dell’impegno di molte parrocchie, comunità ecclesiali e di tanti privati sono andati tutti a favore del Caritas Baby Hospital di Betlemme/Palestina.

Ogni anno a Natale le parrocchie svizzere destinano la colletta ad Aiuto Bambini Betlemme. Nel 2020 sono arrivati 1,5 milioni di franchi andati tutti al Caritas Baby Hospital di Betlemme/Palestina. In seguito alle restrizioni dovute al coronavirus nelle varie chiese, il ricavato è stato inferiore a quello degli altri anni. Va però detto che numerose parrocchie, monasteri e comunità ecclesiali hanno sostenuto le attività dell’Associazione con generosi contributi e appelli a donare.
 

In stretta collaborazione con la Conferenza dei Vescovi svizzeri, Aiuto Bambini Betlemme si è rivolta direttamente anche ai privati. Per la prima volta la raccolta si è tenuta anche online tramite una pagina web dedicata (www.colletta-natalizia.ch). Diversi bollettini parrocchiali hanno inserito pieghevoli con l’invito a donare. «Esprimiamo tutta la nostra gratitudine ai Vescovi svizzeri per il sostegno fornito. La loro vicinanza all’Ospedale pediatrico è molto preziosa in questi tempi di particolare difficoltà», sottolinea Sibylle Hardegger, Presidente di Aiuto Bambini Betlemme. «Siamo rimasti gradevolmente sorpresi della solidarietà espressa da tanti uomini e donne che non ci hanno fatto mancare il loro supporto».

Cure amorevoli per quasi 50'000 bambini ogni anno
In tempi di pandemia il personale del Caritas Baby Hospital ha dovuto prodigarsi più del solito. Sono state introdotte inoltre norme igieniche più severe per scongiurare la diffusione del coronavirus che aveva colpito duramente Betlemme e la regione. I medici, gli operatori sanitari, le assistenti sociali e i fisioterapisti si dedicano a tutti i bambini, senza distinzione di provenienza sociale o religiosa. Ogni anno l’Ospedale accoglie e cura fino a 50'000 piccoli pazienti.

Download Medienmitteilung

Download (PDF / 148 KB)

foto: Andrea Krogmann

foto: Razy Mukarker

Condividi